Lisa Parola presenta il suo libro: “Giù i monumenti?”  in dialogo con Paolo Verri, coordina Maurizio Tropeano de La Stampa

29 giugno 2022

Torino – L’autrice presenta il suo libro: “Giù i monumenti?” alle ore 19 presso la Casa del Quartiere San Salvario (via Morgari 14), in dialogo con Paolo Verri. Modera Maurizio Tropeano. L’evento è organizzato dalla Libreria Trebisonda.

 

Lisa Parola, storica dell’arte, ha curato progetti di arte pubblica, mostre, campagne fotografiche, workshop e conferenze promuovendo la relazione tra arte, territorio e cittadinanza. È socia fondatrice di a.titolo: un’organizzazione non profit attiva dal 1997 con lo scopo di indagare e sperimentare le potenzialità dell’arte contemporanea nell’ambito della sfera pubblica e sociale. È stata tra i consulenti culturali per la candidatura di Matera Capitale della Cultura 2019. Negli anni ha inoltre collaborato con istituzioni quali la Fondazione Sardi per l’Arte, la Fondazione Merz e l’Università di Torino. Per Einaudi ha pubblicato Giú i monumenti? Una questione aperta (2022).

ESILI, MIGRAZIONI, FUMETTI: UNA MOSTRA A TORRE PELLICE

 

Esili, Migrazioni, Fumetti è il titolo della mostra esposta per tutta l’estate a Torre Pellice, lungo via Beckwith.

Un’esposizione di tavole di fumetti realizzate durante il laboratorio a cura dei servizi educativi del Museo Valdese di Torre Pellice. Hanno partecipato le scuole secondarie di I e II grado di Pinerolo e Torino. Un percorso laboratoriale in cui studenti e studentesse hanno lavorato su storie di esili, muri e narrazioni guidati dalle operatrici del Museo e dai membri l’associazione torinese Mosaico – Azioni per i rifugiati.
Il lavoro si è ispirato alla graphic novel Il Sentiero del fumettista Andrea Tridico (che avevamo intervistato in questa puntata), in cui ha raccontato la storia valdese e le migrazioni contemporanee.

Nicoletta Favout, dell’ufficio Il Barba della Fondazione Valdese, spiega che “Abbiamo ragionato sui concetti dell’esilio e delle migrazioni, compresa quella dei valdesi di fine 1600. Poi, con l’aiuto dell’associazione Mosaico – Azioni per i rifugiati di Torino, si sono potute approfondire delle tematiche legate alle migrazioni contemporanee verso l’Europa e l’Italia”.

Intervista con Nicoletta Favout e Andrea Tri

Esili, Migrazioni, Fumetti: una mostra a Torre Pellice | Radio RBE

 

Il grande squilibrio: l’emergenza climatica raccontata a fumetti

E’ da ieri in libreria “Il grande squilibrio: l’emergenza climatica raccontata a fumetti“: un progetto del Controsservatorio Val Susa. Non sembri strano che il Controsservatorio si dedichi anche al clima: il libro non è (soltanto) l’ennesima e sacrosanta denuncia che siamo a un passo da un punto di non ritorno al di là del quale c’è il baratro per il nostro pianeta e per le specie animali e vegetali che lo abitano. Stiamo parlando prima di tutto di noi…

Confronti tra gli attuali cambiamenti climatici e quelli del passato sono improponibili: a chi osserva che nel passato geologico ci sono sempre stati grandi mutamenti climatici e si sono alternate fasi di clima più caldo e più freddo si può facilmente rispondere chiamando in causa la velocità dei cambiamenti e le cause che li determinano, oggi sicuramente riconducibili all’uomo.
E proprio sulle cause dei cambiamenti che oggi viviamo – o meglio: subiamo – che si concentra un libro in cui abbiamo cercato di dosare creatività, fantasia e rigore scientifico…

Nel pantheon del nostro millennio, gli Dei di ogni religione, legati ai fenomeni atmosferici, sono turbati dai
cambiamenti in atto e dal superlavoro che richiedono. Seduti nel patio con vista nuvole, alcuni Dèi provano a
rilassarsi….

Inizia come una favola questo libro. Ma è solo una favola?
Che i mutamenti climatici siano una realtà nessuno più osa negarlo. Che già oggi i loro effetti siano
devastanti tutti sono in grado di comprenderlo, che sia urgente provvedere è convinzione diffusa.
Fino a quando si rimane sulle questioni di principio il consenso è (quasi) sempre unanime. Ma tra il dire e il
fare… Proprio sui rimedi nascono i problemi, anzi nascono prima: prescrivere una terapia efficace
presuppone l’individuazione delle cause di ogni malattia, e in questo caso entrano in gioco interessi
contrastanti. Ma la cura non può essere demandata solo ai comportamenti virtuosi dei singoli.
“Il grande squilibrio” nasce da questa consapevolezza e il libro del prof. Angolo Tartaglia “Clima: lettera di un fisico
alla politica” (edizioni Gruppo Abele) ha offerto al Controsservatorio Valsusa lo spunto per riproporre analisi
contenute nel suo libro usando un linguaggio diverso nella speranza che possa essere accolto con favore da
un pubblico amante della forma “graphic novel”.
Oggi una moltitudine di giovani lancia ripetuti allarmi ai governi e ai politici inchiodandoli alle loro
responsabilità. Il “Come osate?” di Greta Thumberg non può, non deve rimanere un grido amplificato per un
breve attimo dai media e presto dimenticato da chi ha in mano le sorti delle prossime generazioni.
Noi rilanciamo quel “Come osate?” senza fare sconti a nessuno: l’illusione della crescita infinita è un
inganno, il mito della continua crescita dei consumi è un tranello, il modello delle grandi opere che devastano
l’ambiente e divorano energia può, deve, essere sostituito con modelli veramente “sostenibili”: le alternative
ci sono, basta non confondere la cura con le cause del malanno.
Alla fine anche Zeus sbotta: Fatela Finita!
E’ lo stesso grido lanciato dai protagonisti di questa graphic novel: i tanti ragazzi e le tante ragazze che
come Arturo e Lidia hanno capito come gira il mondo.
Se questo libro potrà essere loro di aiuto ne saremo lieti.

Titolo: Il grande squilibrio. L’emergenza climatica raccontata a fumetti
Autor*: Controsservatorio Val Susa, Claudia Ceretto, Max Gavagna, Angelo Tartaglia, Tamassociati (Marta Gerardi – Raul Pantaleo).
Prefazione di Luca Mercalli
Caratteristiche: 136 pp. col.
Edizioni: Becco Giallo
ISBN: 9788833142036

POLITICA I “putiniani”, come inventare una categoria per eliminare la complessità 11-04-2022 – di: Giovanni Vighetti

mi hanno regalato un libro di Michela Murgia “STAI ZITTA”

Questo libro è uno strumento che evidenzia il legame mortificante che esiste tra le ingiustizie che viviamo e le parole che sentiamo. Ha un’ambizione: che tra dieci anni una ragazza o un ragazzo, trovandolo su una bancarella, possa pensare sorridendo che per fortuna queste frasi non le dice più nessuno.

Di tutte le cose che le donne possono fare nel mondo, parlare è ancora considerata la più sovversiva.

Se si è donna, in Italia si muore anche di linguaggio. È una morte civile, ma non per questo fa meno male. È con le parole che ci fanno sparire dai luoghi pubblici, dalle professioni, dai dibattiti e dalle notizie, ma di parole ingiuste si muore anche nella vita quotidiana, dove il pregiudizio che passa per il linguaggio uccide la nostra possibilità di essere pienamente noi stesse. Per ogni dislivello di diritti che le donne subiscono a causa del maschilismo esiste un impianto verbale che lo sostiene e lo giustifica. Accade ogni volta che rifiutano di chiamarvi avvocata, sindaca o architetta perché altrimenti «dovremmo dire anche farmacisto». Succede quando fate un bel lavoro, ma vi chiedono prima se siete mamma. Quando siete le uniche di cui non si pronuncia mai il cognome, se non con un articolo determinativo davanti. Quando si mettono a spiegarvi qualcosa che sapete già perfettamente, quando vi dicono di calmarvi, di farvi una risata, di scopare di più, di smetterla di spaventare gli uomini con le vostre opinioni, di sorridere piuttosto, e soprattutto di star zitta.

Leggi di meno

La scugnizzeria nella libera biblioteca Trivero 18 ottobre 2021

La Scugnizzeria è la Casa degli Scugnizzi, un luogo dove la porta è sempre aperta. 140 mq di rivoluzione in periferia, tra Scampia e Melito. La Scugnizzeria è una moltitudine, è una bottega, un bazar, una Piazza di Spaccio Creativa. La prima enolibreria dell’area nord di Napoli. Dove si vendono libri di case editrici indipendenti, ma anche vino locale, miele artigianale, riso, prodotti tipici artigianali, audiolibri, ebook, cd musicali e vinili e bomboniere solidali. Un luogo dove trovare oggetti creativi low cost. I nostri pusher non aspettano altro che vendere la prossima dose di creatività, orgogliosamente Made in Scampia.

 

 

http://madeinscampia.it/content/10-la-scugnizzeria

Mutamenti. Trasformazioni in transito e nuovi scenari 16-10-2021

Incontro nel corso del quale sono stati  presentati i libri “Fiabe dei mutamenti” (Bertoni Editore) e “Questo non è un libro sul COVID” (Le Mezzelane Casa Editrice) con le autrici CLM Tiziana Colusso, Maria Concetta Distefano e Giuliana Milia insieme a Doriana Bruni e Caterina Pagliasso.
Presso il magico “Mondo Babonzo” dell’Associazione Volerelaluna, via Trivero 16 – Torino.