Articoli categoria: Cultura

CINERITIDOPLASTICA, IL BOTOX DEL MATERIALE AUDIOVISIVO

Nell’ambito della nona edizione di Lavori in Corto – gli occhiali di Gandhi, l’Associazione Museo Nazionale del Cinema promuove il workshop Cineritidoplastica, il Botox del materiale audiovisivo condotto dal regista Emanuele Policante. L’appuntamento è in programma martedì 12 luglio dalle ore 14,30 alle 18,30 presso il Centro Interculturale della Città di Torino (C.so Taranto 160, Torino); la partecipazione è gratuita, ma è richiesta l’iscrizione tramite mail a lavorincorto@gmail.com

Il laboratorio si inserisce nell’ambito del progetto più ampio Barriera a Cielo Aperto 2022.

Oggi con la tecnologia a nostra disposizione possiamo manipolare un’immagine in tantissimi modi. L’intelligenza artificiale sta facendo passi da gigante in questa direzione. Ma come tutti gli strumenti anche questo non è né buono né cattivo. L’uso che se ne può fare invece è molto differente. La manipolazione può essere fatta su vecchi filmati come su spezzoni di video appena trasmessi via tv o web. I risultati sono stupefacenti e inquietanti in eguale misura.

Per natura siamo dei manipolatori – esordisce il regista – I nostri predecessori su questo pianeta hanno fatto tutto quello che potevano per assicurarsi un pasto al giorno facendo meno fatica possibile. La soluzione è stata quella di modificare tutto quello che li circondava: le pietre, il legno, il paesaggio, gli animali, le piante da frutto e le piante in generale, i corsi d’acqua, le sorgenti, le foci, gli estuari, le paludi, i laghi, ecc. A mano a mano che le nostre capacità di manipolazione aumentavano, aumentava naturalmente anche l’impatto che avevamo sull’ecosistema. Ma ci siamo chiamati talmente fuori che abbiamo smesso di pensarci e immaginarci parte dell’ecosistema stesso. E ora eccoci qua. La storia della manipolazione è la nostra storia, di come modifichiamo il nostro mondo esterno e la percezione di esso a seconda dei nostri bisogni, spesso senza pensare troppo alle conseguenze sul breve e lungo periodo, sull’origine di quello che modifichiamo e sull’impatto che produce e produrrà. Proveremo – conclude Policante – attraverso film, documentari, archivi e altro materiale audiovisivo, a capire come unire i puntini e farci un’idea più precisa.

Emanuele Policante, regista e sceneggiatore è nato a Biella nel 1978. Laureato in Lettere all’Università di Torino, inizia a lavorare nel campo dell’audiovisivo, realizzando le videoscenografie per gli spettacoli Biblioetica di Luca Ronconi e Bookstock di Gabriele Vacis. Successivamente gira alcuni cortometraggi che sono stati presentati in numerosi festival nazionali e internazionali. A giugno del 2014 esce nelle sale Rifiutati dalla sorte e dagli uomini un documentario, diretto insieme a Vieri Brini, sul gioco d’azzardo patologico, che ha esordito al cinema Massino di Torino ed è stato in programmazione nei cinema italiani per un anno e mezzo. Dalla fine dal 2015 a oggi è impegnato nella preparazione dei lungometraggi di finzione AL PIì HASHEM – una confessione (titolo provvisorio) e Somma e Sottrazione. Gli ultimi lavori per il teatro sono la drammaturgia per la performance D.A.K.I.N.I. una Co-produzione del Nordisk Teaterlaboratorium (NTL) esordita a Holstebro (Dk) a febbraio 2019 e sviluppata tra il 2018 e il 2019 in diverse residenze artistiche e la drammaturgia per D.A.K.I.N.I suit(e) (2020) e la videoperformance Digital Sabbath (2021/22) con il collettivo Ajariot in fase di studio.

Filmografia parziale

Digital Sabbath – videoperformance (in lavorazione) (2021/2)
Angry – videoclip (2019)
Incontro – short-film 2’ VR (2017)
Rifiutati dalla sorte e dagli uomini – doc, 70′ (2014)
Irresponsabile – videoclip 3’ (2013)
Sguardi Altrove – short-film, 24′ (2010)
E l’amore vero male – short-film, 12′ (2009)
Nostalgico Avvenire – short-film, 14′ (2008)
Mantra d’attesa – short-film, 7′ (2007)
Eppure erano pochi minuti fa – doc, 30’ (2006)

Cinelettera #9

CINELETTERA 9

Sarura film  di Nicola Zambelli prodotto da SMK Factory e distribuito da Open DDB alla presenza dell’autore in sala; il film racconta l’esperienza dei giovani palestinesi che si trovano ad affrontare ogni giorno l’occupazione della loro terra, resistendo grazie a pratiche nonviolente e al mediattivismo reso possibile dai nuovi strumenti digitali

Mercoledì 27 aprile proiezione  al cinema Maffei

 

PASOLINI “La forma della città”

Donne di Scienza

Ass. cult. Compagnia Marco Gobetti Torino – tel. +393470522739

Mercoledì 2 e 9 marzo 2022 ore 16.00, Piazza Carignano (in caso di maltempo, sotto i portici della vicina piazza Carlo Alberto), Torino, partecipazione libera
Pasolini: controcampi – Prosa su strada per un teatro solidale“, con Marco Gobetti, nell’ambito di “Appunti per Pasolini”  #appuntiperpasolini clicca per dettagli

 

Sabato 12 marzo 2022 ore 21.00, Ex-asilo, via Municipale 3, Albugnano (AT), ingresso gratuito
“Un carnevale per Sole e Baleno”, con Marco Gobetti, clicca per dettagli

 

Mercoledì 16 marzo 2022, h 16.00, su strada, in Piazza Carignano a Torino (in caso di maltempo, sotto i portici della vicina piazza Carlo Alberto), partecipazione libera

Carmelo Bene, il sogno del poeta di scena – Strad-rama“, da un saggio di Fernando Mastropasqua, con Marco Gobetti

clicca per dettagli

| seguirà in Unione culturale la proiezione de “IL SOMMO BENE – appunti per un documentario” a cura di CollettivoCabaretVoltaire info: www.collettivocabaretvoltaire.it

 

Mercoledì 23 e 30 marzo 2022, h 16.00, su strada, in Piazza Carignano a Torino (in caso di maltempo, sotto i portici della vicina piazza Carlo Alberto) partecipazione libera

GADDUS ALLA GUERRA GRANDE – TEATRO DI RICICLO®“, con Marco Gobetti
clicca per dettagli

 

Sabato 26 marzo 2022 ore 21.00, La scimmia in tasca, Via Montanaro 16 Torino
“Un carnevale per Sole e Baleno”, con Marco Gobetti, clicca per dettagli

Appunti per Pasolini dodici appuntamenti per tutto il mese di marzo nella provincia di Torino e nella provincia di Cuneo

Appunti per Pasolini è un programma diffuso che si compone di dodici appuntamenti promossi da molteplici attori socio-culturali del territorio piemontese che si svolgeranno per tutto il mese di marzo nella provincia di Torino e nella provincia di Cuneo a partire dalla retrospettiva cinematografica promossa dal Museo Nazionale del Cinema in cartellone dal primo al 30 marzo al Cinema Massimo (Via Verdi 18, Torino).